Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

“Le notizie ad alta velocita”: un convegno dell’Associazione Stampa Romana

dicembre 14, 2012 − by settimanadellacomunicazione − in News − No Comments

Era abbastanza ovvio che in apertura di un convegno sul tema della velocità delle news, l’argomento fosse il  Papa su Twitter. Promosso dall’Associazione stampa romana e da “Nuovo Trasporto Viaggiatori”, il convegno svoltosi oggi a Roma su: “Notizie ad alta velocità”, ha infatti ricordato che la presenza del papa su Twitter “risponde al desiderio di essere presenti nello spazio in cui l’uomo esiste, che è il mondo digitale”. Lo ha detto  mons. Claudio Maria Celli, presidente del Pontificio Consiglio delle comunicazioni sociali, in apertura, ricordando anche che “I nuovi mezzi hanno prodotto una cultura digitale che apre nuovi scenari che sono una sfida al dialogo”. Esso esige, ha concluso Celli, il superamento di un linguaggio ecclesiastico  che resta spesso incomprensibile ai fedeli stessi.

Per Lucia Annunziata, direttore di “Huffington Post Italia”, “il Papa su Twitter è un acceleratore del processo di rivoluzione industriale che si sta verificando, e pone gli altri in ritardo. Bisogna avere il coraggio di passare dalle grandi istituzioni di oggi al digitale, senza leggere la cultura digitale come sub-cultura”.

Al tavolo dei relatori sedevano nomi illustri: Giulio Anselmi, presidente della Federazione italiana editori giornali, ha sostenuto che “i giornalisti tradizionalmente rifiutano la tecnologia, e questa è una ragione della lentezza nell’adeguarsi, ma con Internet è diverso”. Luisa Baldini, corrispondente della Bbc, ha spiegato che “il suo emittente, pur dotato di un profilo Twitter incoraggia l’uso dei profili personali dei giornalisti”.

Mario Giordano, direttore di Tgcom 24, ha sottolineato che “l’alta velocità spinge a migliorare, permette anche di separare l’informazione dalla spettacolarizzazione, di stare sulla notizia nei suoi aspetti più puri”.

Tra gli altri hanno partecipato all’incontro Luigi Gubitosi, direttore generale della Rai, David Levy, direttore del “Reuters Institute”, e Laura Oliver, per “The Guardian”.