Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

La Rai e la TV digitale

gennaio 02, 2013 − by settimanadellacomunicazione − in News − No Comments

La denuncia è di quelle forti e arriva da Dino Boffo, direttore di  TV2000, l’emittente dei vescovi italiani. Nella sua newsletter n. 97, Boffo scrive:  «Non riusciamo a farci una ragione del perché anche la nuova dirigenza Rai non abbia voluto finora affondare il coltello circa le responsabilità di coloro che a tutt’oggi impediscono ad  un quinto della platea televisiva di vedere con soddisfazione la nuova, tanto decantata tv digitale, dovendo invece accontentarsi dei quadrettini frizzati o del nero che per ore e ore domina il teleschermo, quasi che non valesse su questo dorsale della vita collettiva il principio dell’uguaglianza tra i cittadini». Tanti di noi condividono questa brutta esperienza, pertanto condividiamo anche quanto Boffo aggiunge: «Non se ne può più di silenzi e coperture, che poi sono (involontarie) complicità. Ci dicano una buona volta perché il digitale targato Mediaset funziona e quello targato Rai funziona solo a metà. Gli esborsi ci sono stati, è la resa adeguata che per ora manca». Oltretutto, l’aumento del canone Rai2013 ci impone un interrogativo non da poco: «Cosa sarebbe oggi del pubblico televisivo nazionale se la conversione dal sistema analogico a quello digitale fosse stata quello che doveva essere, e secondo quanto è effettivamente costata alle tasche degli italiani?». Come dargli torto?