Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

Internet: navigare sicuri

febbraio 05, 2013 − by settimanadellacomunicazione − in Reti sociali − No Comments

Il boom delle nuove tecnologie

Da Famiglia Cristiana online del 04/02/03 

Dieci anni fa la Commissione Europea istituiva il Safer Internet Day, ovvero la Giornata della Sicurezza in Internet per sensibilizzare la popolazione all’uso responsabile e sicuro delle nuove tecnologie, in particolare Internet. Quest’anno il Safer Internet Day si svolge il 5 febbraio, in oltre 90 Paesi contemporaneamente, coinvolgendo numerosi settori della vita associativa e dell’istruzione.

Lo slogan scelto per questa edizione è Connect with respect, con il tema Online rights and responsabilities (Diritti e responsabilità online). L’obiettivo è quello di richiamare l’attenzione di tutti ad avere dei comportamenti rispettosi e utilizzare i social network avendo chiari i diritti e i limiti oltre i quali non si deve andare, come purtroppo ci hanno evidenziato, anche in Italia, i recentissimi casi di cyberbullismo e le loro tragiche conseguenze su studenti giovanissimi.

Il Ministero dell’Istruzione, in qualità di membro istituzionale del Comitato del Centro Giovani Online (www.sicurinrete.it) ha invitato tutte le scuole di ogni ordine e grado alla celebrazione del Safer Internet Day e a promuovere iniziative centrate sul tema della giornata coinvolgendo studenti, docenti e genitori.

Di fatto, in dieci anni la dimensione dell’uso delle tecnologie è andata oltre ogni immaginazione: i media mobili convergenti, come gli smartphone e i tablet, sono diventati sempre più popolari in particolare tra i ragazzi e hanno sviluppato nuove forme di consumo della tecnologia a cui gli adulti si trovano spesso impreparati.

Nel 2012 le vendite di tablet nel mondo hanno superato i 100 milioni di pezzi e la previsione è che entro il 2016 supereranno i 360 milioni di unità. Nel periodo natalizio, anche in Italia, si è registrato un boom di vendite di baby-tablet, supporti destinati a bambini in età prescolare.

Tutto questo apre il dibattito tra gli psicologi e il livello di allarme per l’accesso di minori a contenuti non appropriati.

Benedetta Verrini