Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

In Sud America approvata una nuova legge sulle comunicazioni

giugno 22, 2013 − by settimanadellacomunicazione − in News − No Comments

Con 108 voti a favore, 26 contro e una astensione, è stata approvata la nuova legge sulle comunicazioni, dopo quattro anni di attesa. L’approvazione è stata fatta senza discussione (la discussione era già stata fatta nella precedente sessione legislativa). Secondo i suoi sostenitori, la legge cerca di democratizzare i mezzi di comunicazione, anche se i media privati e l’opposizione l’hanno chiamata “legge bavaglio“. Secondo una nota inviata all’agenzia Fides, tra le novità che presenta, c’è l’introduzione del reato di “linciaggio mediatico”, derivante dalla pubblicazione ripetuta di informazioni al fine di screditare o ridurre la credibilità pubblica di persone fisiche o giuridiche. La legge prevede inoltre l’istituzione della Soprintendenza per l’informazione e la comunicazione, un organismo incaricato del monitoraggio, della vigilanza e del controllo. Un altro organismo creato dalla nuova legge è il Consiglio per regolamentare i media, che avrà poteri in settori su: l’accesso all’informazione, contenuti e fascia oraria, elaborazione di regole particolari e normative per l’assegnazione delle frequenze. La legge vieta anche la concentrazione delle frequenze radio e la televisione che saranno così distribuite: 33% ai privati, 33% allo Stato (servizio pubblico) e 34% alle istituzioni comunitarie. La legge è stata approvata proprio in questi giorni, nei quali la comunità cattolica celebra in Ecuador il 26° anniversario dell’Organizzazione Cattolica di Comunicazione Latinoamericana e dei Caraibi, Oclacc, creata il 17 giugno 1987, quando tre organizzazioni cattoliche di comunicazione in America Latina (Ocic-Al, film; Uclap, stampa e Unda-Al, radio), decisero di lavorare insieme attorno ad un piano comune. L’Oclacc ha ribadito il proprio impegno e la sua missione di contribuire “alla costruzione di un mondo più solidale e giusto” per mezzo di iniziative, azioni e progetti “illuminati dalla fede in Cristo e in comunione con la Chiesa”. (R.P.)