Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

“Un attimo di pace”: nutrimento per l’anima

febbraio 23, 2015 − by settimanadellacomunicazione − in Evangelizzazione − Commenti disabilitati

Tra le proposte della diocesi di Padova che in breve tempo sono divenute “tradizione consolidata” in tempo di Quaresima c’è l’esperienza UN ATTIMO DI PACE” coordinata dall’Ufficio diocesano di Pastorale della Comunicazione che anche in questa edizione propone novità interessanti e al passo con i tempi, tanto da essere stato “assunto” anche dalla Diocesi di Pordenone.
Tema di questa edizione (Quaresima 2015) è il NUTRIMENTO, che accanto alle meditazioni quotidiana (via email, sms, whatsapp, con l’app per sistemi iOs e Android e su BluradioVeneto alle ore 7.25 e 18.30) e alle iniziative di Arte e catechesi sempre nuove e aggiornate, presenta tre appuntamenti davvero originali: il laboratorio di cucina biblica in programma all’Istituto Dieffe di Noventa Padovana sabato 28 febbraio, dalle 10 alle 14.30; l’incontro, in collaborazione con la Scuola del Legame sociale sul tema Il rito del lavoro, il lavoro del rito: cercare nutrimento, in programma sabato 14 marzo, alle ore 10, in basilica di Santa Giustina a Padova; e la visita al parco di Valsanzibio sabato 21 marzo, dalle ore 14 alle ore 17, con la proposta Il giardino delle delizie. Un luogo speciale per un viaggio interiore.

APPUNTAMENTI SPECIALI DI UN ATTIMO DI PACE

Laboratorio di cucina biblica
Sabato 28 febbraio dalle 10:00 alle 14:30 – Istituto Dieffe
Noventa Padovana, via Risorgimento, 29

L’iniziativa prende spunto dal libro A tavola con Abramo – Le ricette della Bibbia di don Andrea Ciucci e Paolo Sartor.
Il corso di cucina biblica insegnerà a preparare alcune delle numerose ricette che compaiono nei testi della Sacra scrittura, una sorta di “menù dei Padri” che rivela una tradizione gastronomica caratteristica dell’esperienza di alcuni protagonisti della Bibbia.
Il pane del deserto, il pane bianco lievitato, il vino speziato, lo stufato di manzo con le olive, la minestra di lenticchie, sono solo alcune delle ricette della tradizione gastronomica dei Patriarchi di Israele.
Posti disponibili: 25
Coordinamento: don Andrea Ciucci, prete della diocesi di Milano e autore di varie pubblicazioni che legano la preparazione del cibo con la dimensione del sacro.
Quota di partecipazione è di 20 €.

IL GIARDINO DELLE DELIZIE
Un luogo speciale per un viaggio interiore
Sabato 21 marzo dalle 14 alle 17
Villa Barbarigo-Pizzoni Ardemani a Valsanzibio (Galzignano – Padova).

A Valsanzibio sorge la Villa Barbarigo-Pizzoni Ardemani costruita tra il 1665 e il 1696 da Antonio Barbarigo, padre del vescovo di Padova Gregorio. I Barbarigo, illustre famiglia veneziana, decisero di costruire questa villa con un giardino monumentale come voto per la grazia ricevuta di essere sopravvissuti alla peste.
Il Giardino di Valsanzibio dunque non è un semplice decoro, né un semplice giardino botanico, ma offre al visitatore la possibilità di compiere un percorso interiore attraverso i suoi diversi luoghi: il portale di Diana, il labirinto, la grotta dell’Eremita, l’isola dei conigli, la statua del tempo, la scalinata del sonetto e la Fontana delle Rivelazioni.
Il percorso, alternando tra momenti di gruppo e tempi individuali, sarà guidato e accompagnato da don Giulio Osto, docente alla Facoltà Teologica del Triveneto, Lucia Legnaro ed Eleonora Garon, studentesse della Facoltà di Lettere, i quali hanno ideato e organizzato questa iniziativa in collaborazione con “Un Attimo di Pace” e il Giardino di Valsanzibio (http://www.valsanzibiogiardino.it/)
Il costo per la partecipazione è di 15 € a persona e comprende il biglietto di ingresso e un libretto personale di accompagnamento alla visita.
L’iniziativa è dedicata a tutti, purché abbiano un’età superiore ai 18 anni.

Il rito del lavoro, il lavoro del rito:
cercare nutrimento

Incontro sul tema con Padre Giorgio Bonaccorso.
Sabato 14 marzo ore 10 – Basilica di Santa Giustina, Padova

In un’epoca in cui il lavoro ha un forte valore sociale e identitario, rimanerne privi o non trovarne il senso rischia di destabilizzare la serenità della persona e i suoi orizzonti. Il lavoro è infatti un elemento invasivo nelle nostre vite: se c’è, occupa tutto; se non c’è, la sua assenza determina l’esclusione sociale. Trovarne il senso allora è un elemento importante per poter recuperare uno spazio di pace per se stessi.
Proveremo insieme ad intraprendere questo percorso, parlandone sabato 14 marzo alle ore 10, presso la Basilica di Santa Giustina a Padova, con padre Giorgio Bonaccorso, monaco benedettino e docente di liturgia nell’Istituto padovano di Santa Giustina.
In questa iniziativa Un attimo di pace collabora con la Scuola del Legame Sociale.
Per conoscere meglio questa realtà e rimanere in contatto con le iniziative della Scuola del Legame Sociale, visita il sitohttp://www.legamesociale.org/

ALTRI APPUNTAMENTI CON UN ATTIMO DI PACE

22 febbraio: “cristo rivelato” di felice tagliaferri
Domenica 22 febbraio alle 15.30 e alle 16.30
Venerdì 20 marzo alle 15.30 e alle 16.30
Opera della Provvidenza di S. Antonio a Sarmeola di Rubano (via della Provvidenza, 68)

4 marzo: vieni al planetario?
ore 18 (famiglie) e ore 21 (adulti)
Planetario di Padova via A. Cornaro 1

25 marzo: vieni al planetario?
Mercoledì 25 marzo ore 21 (adulti) –
Planetario di Padova, via A. Cornaro 1

31 marzo: arte e catechesi con “donatello svelato”
Museo Diocesano di Padova, piazza Duomo 12.
Quattro turni: ore 20, 20.30, ore 21 e 22.30

spazi di pace in ospedale in quaresima
Mercoledì ore 15.30-17
Giovedì ore 10.30-12 e 15.30 -17
Le Collaboratrici Apostoliche Diocesane saranno presenti nella Cappella dell’Ospedale Sant’Antonio al IX piano per stare vicino ai degenti, parenti e personale sanitario, in uno spazio dedicato alla riflessione, all’ascolto e alla preghiera.

veni in basilica al santo? – serate di pace
Giovedi 19 e 26 febbraio, 5, 12, 19 e 26 marzo dalle 21 alle 22.30
In occasione della Quaresima, la Basilica di Sant’Antonio apre le sue porte anche in orario serale per le “Serate di pace”, un momento per il raccoglimento e la preghiera silenziosa.
Giovedì 2 aprile, dopo la celebrazione della Cena del Signore del Giovedì Santo la chiesa resterà aperta fino a mezzanotte.

Fonte: Ufficio nazionale per le comunicazioni sociali