Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

Il mondo della comunicazione è in lutto: morto Umberto Eco

febbraio 20, 2016 − by settimanadellacomunicazione − in News − Commenti disabilitati

Morto nella sua casa di Milano Umberto Eco. Aveva 84 anni. Era malato di cancro. Lascia la moglie Renate Ramge Eco, insegnante d’arte tedesca e due figli.

E’ stato filosofo, semiologo e grande esperto della comunicazione. Non ha mai perso la voglia di osservare la politica. Aveva appena lanciato una nuova casa editrice “La Nave di Teseo”, dopo aver rifiutato di restare in quella che lui chiamò “La Mondazzoli”, la fusione Mondadori-Rcs.

Umberto Eco con i suoi best seller mondiali, da «Il nome della Rosa» al «Pendolo di Foucault», non prendeva pose snob, anzi, si informava delle novità, e –accendendo una sigaretta- raccontava l’ultima barzelletta, prima di presentare una nuova teoria linguistica.

Poliglotta, erudito alla perfezione, Eco ha rivoltato il costume culturale italiano, imponendo agli standard accademici antichi una originalità culturale rivoluzionaria.

A proposito di Internet, Eco era molto critico, ma riconosceva ai giornali un ruolo grande: quello di “filtrare con équipe di specialisti le informazioni di Internet perché nessuno è in grado di capire oggi se un sito sia attendibile o meno”. Per fare questo “i giornali dovrebbero dedicare almeno due pagine all’analisi critica dei siti, così come i professori dovrebbero insegnare ai ragazzi a utilizzare i siti per fare i temi”, ha detto Eco riferendosi al fenomeno della copiatura dal web.

Nato ad Alessandria il 5 gennaio 1932, nel 1988 aveva fondato il Dipartimento della comunicazione presso l’Università di San Marino. Dal 2008 era professore emerito e presidente della Scuola Superiore di Studi Umanistici dell’Università di Bologna. Dal 12 novembre 2010 Umberto Eco diventa socio dell’Accademia dei Lincei, per la classe di Scienze Morali, Storiche e Filosofiche.

Ha insegnato anche in varie università straniere tra cui UC-San Diego, New York University, Columbia University, Yale, College de France, Ecole Normale Superieure. Nell’ottobre 2007 si era ritirato dall’insegnamento per limiti di età.

In tutta la sua lunga carriera Eco ha ricevuto 40 lauree honoris causa da università europee e americane.