Paoline Chi siamo logo_sp Sostenitori
51a Giornata delle Comunicazioni Sociali
28 maggio 2017
Tema: Comunicare speranza e fiducia
nel nostro tempo

Musica ed emozioni dietro le sbarre

febbraio 23, 2016 − by settimanadellacomunicazione − in News − Commenti disabilitati

Gara di solidarietà sul web per “CO2”, il progetto lanciato in 4 istituti di pena: Monza, Opera, Rebibbia e Secondigliano  da Franco Mussida, ex chitarrista della Premiata Forneria Marconi (Pfm), il quale  ha chiamato a raccolta musicisti, cantautori, nomi noti come Angelo Branduardi e Dolcenera e semplici amanti della musica. A  tutti, ha chiesto di aggiungere nuovi brani alle quattro audioteche realizzate nelle carceri su citate, e destinate a diventare una ventina sul territorio nazionale.

Il progetto sperimentale si chiama “CO2” e punta all’inserimento di 40 mila brani. “Per i musicisti e gli amanti del suono organizzato – spiega Mussida -, la musica è  gioia, un meraviglioso mezzo per vivere e far vivere le nostre più intime emozioni e sentimenti. Per la prima volta la Musica di tutti i generi e stili, attraverso un particolare metodo di ascolto, entra nelle carceri per rendere più salda la struttura affettiva individuale, per dare fiducia, incoraggiando a considerare emozioni e sentimenti come il vero cuore del nostro sistema di relazioni”.

Il cuore di Co2  è un’audioteca non più divisa per generi musicali, ma per grandi stati d’animo prevalenti: Stabile – Chiuso – Malinconico/Pensieroso – Aperto/Sereno – Dubbioso/Indeciso – Calmo – Gioioso – Nostalgico – Innamorato.

Per saperne di più, visita il sito: http://www.co2musicaincarcere.it/